E Bin Laden ricostruirà l'Iraq

di Simone Cumbo

A guerra finita (ma è finita veramente?), nell'attesa di vedere in Iraq un sincero governo democratico (o più probabilmente un governo integralista sciita ...), è tempo di ricostruzioni.

Gli appalti sono andati (senza gara d'appalto....) alla ditta di costruzioni americana Bechtel per la cifra di 680 milioni di dollari. Il gruppo, nel cui consiglio di amministrazione siede l'ex segretario di Stato di Ronald Reegan George Schultz, ha anche contratti con l'esercito, il dipartimento per l'energia e il Pentagono.

E così arriviamo a Bin Laden la cui famiglia è il maggior investitore di una ditta privata, il Gruppo Fremont formalmente denominata Bechtel Investments, fino al 1986 un sussidiaria della Bechtel.

La pagina Internet della Fremont fa notare che "pur essendo indipendente, gode di rapporti stretti con la Bechtel". Infatti ben cinque direttori della Fremont occupano la stessa posizione anche nella Bechtel. Uno dei direttori della Fremont Riley Bechtel, è l'amministratore delegato della Bechtel ed è membro dell'amministrazione Bush. L'ex segretario Schultz, inoltre, figura fra i direttori dei due gruppi.

Rick Kopf, consigliere generale del Gruppo Fremont e che gestisce risorse finanziarie per un valore di 11 milioni di dollari, ha confermato che la famiglia Bin Laden ha investito 10 milioni di dollari nella Fremont prima dell'11 settembre 2001.

Ma questa non è l'unica volta che emergono i legami tra la famiglia Bin Laden e l'amministrazione americana; Khalid Bin Mahfouz, proprietario della Banca Nazionale del Commercio dell'Arabia Saudita (la più grande in quel paese), era amico personale di Salem Bin Laden (morto in un incidente aereo nel 1988), fratello del ricercato Osama. All'indomani dell'attacco dell'11 settembre Bin Mahfouz, che possiede attualmente anche investimenti nella compagnia petrolifera americana Texaco, è finito sotto processo in Usa per aver finanziato nel 1999, con una donazione di 3 milioni di dollari, la Blessed Relief, una delle organizzazioni caritative islamiche accusate di finanziare l'attività terroristica di Al Qaeda.

Bush padre, inoltre, aveva relazioni dirette con la famiglia Bin Laden tramite il Gruppo Carlyle la cui sede è a 500 metri dalla casa Bianca. Fondato nel 1987 il gruppo, tra i 14 più rilevanti contraenti del Pentagono, è guidato dall'ex segretario alla difesa Frank Carlucci, amico dell'attuale capo del Pentagono Donald Rumsfeld. Bush padre ed il suo ex segretario alla difesa James Baker, figuravano nella lista paga della Carlyle ed insieme si sono spesso recati in Arabia Saudita per incontrare la famiglia Bin Laden per discutere di affari.

E così si chiude il cerchio.....

Fonti: L'Unità 05-05-03