Roma: una trentina di cani "beagle" bloccati a Fiumicino, erano destinati a fare da cavie

Di Margherita Campaniolo

ROMA - Una trentina di cani di razza "beagle" sono stati bloccati all'aeroporto di Fiumicino. Gli animali, che erano destinati a fare da cavie per esperimenti, sono stati individuati questa mattina dal Servizio veterinario dello scalo internazionale: provengono da New York e sono privi delle certificazioni necessarie. Erano diretti a un'industria farmaceutica di Pomezia, ma saranno rispediti negli Stati Uniti.