LA GUERRA SARA' LUNGA E PERICOLOSA

WASHINGTON "Lunga e pericolosa". Così sarà, per la Casa Bianca, la guerra contro l'Iraq. All'amministrazione americana fa eco il generale Tommy Franks, comandante delle forze alleate nel Golfo, che rivolgendosi ai suoi uomini ha detto: ''Il nostro compito non è facile, ma stiamo combattendo per una causa giusta''.

Dal Comando centrale nella base di As Sayliyah, in Qatar, Franks ha aggiunto che ''i nostri obiettivi sono chiari: disarmeremo l'Iraq e rimuoveremo il regime che ha rifiutato di disarmare pacificamente. Libereremo il popolo iracheno da un dittatore che usa tortura, assassinio, fame e terrore come strumenti di oppressione. Porteremo cibo, medicine e altra assistenza umanitaria agli iracheni che ne hanno bisogno''.

Il generale ha detto ai soldati che loro compito sarà anche ''prendersi cura di proteggere i civili innocenti e le infrastrutture che li sostengono. Aiuteremo il popolo iracheno a ripartire per costruire un futuro che sia loro, con un governo di loro scelta''.

''Avete la mia più alta fiducia personale e la fiducia del vostro Comandante in capo - ha concluso Franks -. Sono fiero di voi, di ciò che avete fatto e di tutto ciò che faremo nei prossimi giorni''.