ANNUNCIO DEI RAELIANI
"Bimba clone - Le prove tra 7 giorni"

di M. Campaniolo

Ritorna Brigitte Boisselier, e ritornano anche le sue eterne promesse. Le "prove" che una bambina giapponese è effettivamente nata per clonazione potrebbero arrivare la prossima settimana. La Boisselier, biologa e presidente della Clonaid, lŽazienda di ricerca dei Raeliani, lo conferma al quotidiano in lingua araba Asharq al-Awsat, precisando che lŽannuncio sarà dato in Brasile: "Se tutto va bene sarà fornita ogni prova sulla bimba giapponese nata in gennaio. Eva - ha aggiunto riferendosi invece alla prima bambina clonata - sta bene, ha quasi tre mesi, vive in Israele e i genitori, statunitensi, sono felici e con ogni probabilità saranno a San Paolo". Altri due bambini clonati sarebbero venuti al mondo in Arabia Saudita e in Olanda. Ma di tutto questo, ovviamente, non cŽè alcuna prova. La Clonaid, specializzata in biologia della riproduzione, aveva annunciato il 26 dicembre la nascita della prima bambina-fotocopia, Eva. Da allora, però, non è stata fornita alcuna prova che la bambina sia effettivamente il risultato di un intervento di clonazione riproduttiva. Ora la biologa francese dice di aver convocato a San Paolo le 4 coppie che hanno avuto bambini più altre coppie che vorrebbero un figlio per clonazione. Tutte insieme - secondo Boisselier - intendono dare vita a un movimento chiamato "Diritti dei cloni umani".
Fonte: La Stampa