TROVATI NUOVI PIANETI

Da IlNuovo.it (http://www.ilnuovo.it/nuovo/foglia/0,1007,2195,00.html): "Corpi nello spazio, forse nuovi pianeti - Diverse équipe di astronomi hanno individuano 18 immensi corpi gassosi, ma subito hanno cominciato a litigare sulla loro natura. Potrebbero essere pianeti in formazione, ma anche stelle inesplose - Astronomi spagnoli, americani e tedeschi hanno individuato 18 corpi gassosi "simili a pianeti" nello spazio, e tra gli specialisti sta divampando la polemica su che cosa definisca un pianeta. Si tratta di elementi rossastri, non bene identificati. Gli scienziati non sanno se si tratti di pianeti in formazione, residui di stelle esplose, o qualcos'altro: per questo hanno adottato una definizione elastica. Quanto basta per aprire un dibattito, come ha detto su 'Science' Maria Rosa Zapatero Osorio.

"Tutti sono d'accordo sulla nostra determinazione sull'esistenza di questi oggetti, ma non si è ancora deciso come chiamarli. C'è un problema di nomenclatura", afferma. La più piccola delle sfere gassose ha una massa pari a 5 o 8 Giove, mentre la più grande equivale a 15 volte la massa del pianeta. Le sfere ruotano "alla deriva" nella costellazione di Orione, e secondo Osorio e gli altri astronomi si tratta di oggetti formatisi 5 milioni di anni fa. Un pianeta, secondo le conoscenze attuali, si forma in circa 10 milioni di anni. Definirli in questa fase è dunque difficile. Ma per Paul Butler, cacciatore di pianeti presso la Carnegie Insitution, non si tratta di pianeti ma di "stelle fallite", cioè oggetti ibridi che non sono riusciti a sviluppare reazioni termonucleari che fanno splendere le stelle.