Nella top-ten delle scoperte del 2002 vince il regista dei geni

Di Margherita Campaniolo

La classifica è stata stilata dalla rivista Science, che ha messo al primo posto l'individuazione della molecola denominata small-Rna.

Nessuno, fino a poco tempo fa, lo conosceva ma da quest'anno tutti lo considerano uno dei principali registi dei geni: è una molecola chiamata 'piccolo Rna' la scoperta scientifica dell'anno. La sua importanza è tale che la prestigiosa rivista Science l'ha indicata come la scoperta numero uno del 2002. Della top ten scientifica fanno parte anche le ricerche sul bioterrorismo e progetti dai quali si attendono grandi benefici per l'umanità, come la sequenza completa del genoma del riso e della zanzara. Ecco le ricerche dell'anno:

- IL PICCOLO RNA: questa molecola (nella foto), fino a poco tempo fa trattata come un meccanismo secondario, potrebbe in realtà nascondere il segreto di molte malattie che hanno origine da alterazioni genetiche, compresi i tumori. Solo quest'anno si è compreso che il piccolo Rna si comporta come un vero e proprio regista dei geni, potrebbe in futuro giocare un ruolo determinante nella possibilità di controllare lo sviluppo delle cellule staminali.

- GENOMI PER IL BENESSERE: il 2002 è stato l'anno della mappa genetica del riso e della zanzara anofele. Due scoperte che suscitano grandi aspettative sulla possibilità di affrontare con nuove armi problemi devastanti per i Paesi in via di sviluppo, come la fame e la malaria.

- BIOTERRORISMO: in questo caso non c'è stata una scoperta, ma dopo l'11 settembre 2001 sono diventate sempre più numerose le ricerche in questo campo e spesso hanno sollevato dibattiti accesi come quello sulle vaccinazioni di massa contro il vaiolo

- I VAGITI DELL'UNIVERSO: la scoperta di nuove caratteristiche dell'energia rilasciata subito dopo l'esplosione del Big Bang potrebbe gettare nuova luce sulla comprensione del passato e del futuro dell'Universo.

- I NEUTRINI MANCANTI: nel 2002 i fisici sono riusciti a identificare nuove caratteristiche di queste particelle sfuggenti provenienti dal Sole.

- SAPORI, FREDDO E CALDO: solo nell'anno appena trascorso i è riusciti a comprendere il meccanismo per cui i cibi piccanti danno una sensazione di caldo, mentre gustare una caramella alla menta dà una sensazione di fresco.

- UN FILM ULTRAVELOCE: i fisici sono riusciti a catturare un fascio di elettroni mentre sfrecciava attorno a un atomo e a tradurre questo evento in un film la cui durata si misura in miliardesimi di miliardesimi di secondo, ossia in attosecondi.

- REGOLARE L'OROLOGIO BIOLOGICO: si è scoperta di una nuova classe di cellule sensibili alla luce e capaci di garantire il regolare ritmo delle funzioni biologiche quotidiane, come dormire o mangiare. In futuro queste stesso molecole potrebbero permettere di contrastare fenomeni che alterano l'orologio biologico, come il jet lag o la depressione indotta dalle scarse ore di luce con l'arrivo dell'inverno.

- UN CIELO MAI VISTO: grazie allo sviluppo di nuove tecniche si è riusciti ad annullare l'effetto disturbante dell'atmosfera e ad ottenere immagini del cielo mai viste finora.

- CELLULE IN 3-D: nuove immagini anche delle cellule, con un nuovo metodo che permette di osservare per la prima volta in diretta alcuni processi fondamentali alla base della vita.

- I NOSTRI PROGENITORI PIÙ ANZIANI: il 2002 ha rivoluzionato le conoscenze sui più antichi antenati dell'uomo dopo la scoperta, nell'Africa Occidentale, del teschio di un primate che risale a un periodo compreso tra sei e sette milioni di anni fa.

http://www.newton.rcs.it/PrimoPiano/News/2003/01_Gennaio/07/Rna.shtml