Gli scienziati: nessuna parentela fra "Homo sapiens" e "Neanderthal"

Di Margherita Campaniolo

ROMA - Il test del DNA per l'uomo di Neanderthal e alcuni esemplari di Homo sapiens dimostra che i due gruppi, pur avendo abitato insieme in Europa, non si incrociarono tra loro, rimanendo sempre due specie distinte, fino a che Neanderthal, perdendo la battaglia evolutiva con Sapiens, si estinse.
È quanto affermano ricercatori italiani dell'università di Ferrara, guidati da Giorgio Bertorelle, dopo aver confrontato il Dna di esemplari di uomini di Neanderthal con quello di esemplari di Homo Sapiens rinvenuti in Puglia nel 1988 e con quello di uomini contemporanei, in tutto 2.500 tra europei, asiatici ed africani.
Come riferito sulla rivista Proceedings of the National Academy of Science (Pnas), il test del Dna mostra che i nostri geni non hanno ricevuto alcuna eredità sostanziale da Neanderthal, cosa interpretata dagli scienziati come risultato del fatto che il nostro diretto antenato non si è mai accoppiato con uomini di Neanderthal.
Mentre il Dna degli uomini contemporanei è praticamente identico a quello degli antenati Cro-Magnon, quello di Neanderthal differisce nettamente da entrambi: il Dna di Homo Sapiens non è quasi per niente cambiato negli ultimi 25 mila anni, mentre i Neanderthaliani avevano caratteristiche genetiche a sè, mantenute tali fino alla loro estinzione.

Il Messaggero