BIOTECNOLOGIE ITALIANE

E' nato in Italia in Italia, a pochi chilometri da Roma,un nuovo centro del laboratorio europeo di biotecnologie. La sede e' a Monterotondo, dove nascera' anche la piu' grande banca europea di topi mutanti, il cui patrimonio genetico e' stato modificato in modo da studiare alcune malattie, come le malformazioni cardiache, i tumori e il diabete. Il nuovo centro e' il quinto in Europa dopo la sede centrale di Heidelberg e le sedi periferiche che si trovano in Gran Bretagna a Cambridge, in Francia a Grenoble e in Germania ad Amburgo. Sulle sperimentazioni sui topi manipolati geneticamente si e' molto litigato negli anni Ottanta, quando fuoriusci' la notizia, quanto vera non si sa, di incroci pazzeschi tra uomini e scimmie e, in seguito, sulla creazione dell'oncotopo, un topo gigante, malato di tumore, da studiare per sconfiggere il cancro. la paura di molti puristi fu che l'oncotopo, che per inciso era robustissimo e ferocissimo, potesse sfuggire e trasmettere altrove il proprio patrimonio genetico alterato. Ricordiamo che solo nelle fogne romane si stima esista una popolazione di oltre otto milioni di topi.