UMM QASR ORMAI NELLE MANI DEI SOLDATI USA

WASHINGTON - I marines hanno assunto il pieno controllo del porto strategico di Umm Qasr, nel sud-est dell'Iraq, non lontano da Bassora. Migliaia di soldati americani, con il sostegno di unita' britanniche, sono padroni della cittadina di 45 mila abitanti, la maggior parte dei quali restano chiusi nelle loro abitazioni. Lo riferisce l'Ap, un cui giornalista e' al seguito dei marines. E' stato cosi' conseguito l'obiettivo indicato, venerdi', dal capo di Stato Maggiore americano, generale Richard Myers.

Umm Qasr e' essenziale per garantire l'afflusso in Iraq di aiuti umanitari. Prima che le navi da trasporto possano entrare in porto, pero', dragamine britannici ne bonificheranno dalle mine l'accesso, specie dopo che unita' australiane hanno ieri intercettato, al largo della citta', una lancia irachena, con a bordo 60 mine navali. Complessivamente, le unita' alleate hanno gia' recuperato su lance irachene 130 mine.

Sono tra i 400 e i 450 gli iracheni fatti prigionieri dalle truppe Usa e GB dopo i combattimenti nel porto di Umm Qasr e nella penisola di al Faw, ha detto una fonte americana.