Nuova ipotesi degli esperti
Su Marte l'acqua scorre in superficie

Segnalato da Margherita Campaniolo

NEW YORK - Su Marte scorre l'acqua: gli scienziati dell'università dell'Oregon (Usa) ritengono che le numerose striature comparse di recente sulla superficie del pianeta rosso - nella regione del monte Olimpo - siano dovute allo scorrere di acqua. Questa ipotesi dà nuovo respiro alle speculazioni sulla presenza di vita sulla superficie del nostro vicino astrale.
Le analisi condotte al riguardo fanno supporre che quest'acqua origini dai vasti strati di ghiaccio presenti sotto la superficie marziana, sciolti da attività geotermiche derivanti dal calore vulcanico (l'Olimpo è un vulcano inattivo alto 24 chilometri). L'acqua emerge quindi in superficie, saturandosi di sali minerali: ciò permette al liquido di rimanere tale anche in condizioni di temperatura e pressione in cui l'acqua pura congelerebbe nuovamente. Man mano che viene prodotta, quest'acqua salmastra inizia a scorrere lungo i declivi e le valli marziane, macchiando la superficie del pianeta e divenendo visibile agli occhi degli scienziati.
Le striature sono "altamente identificative di uno scorrere dinamico di liquido", afferma Tahirih Motazedian, ricercatrice dell'università dell'Oregon.
Le immagini scattate nella Mangala Valles mostrano che le striature si stanno formando in questi giorni: "ciò dimostra l'esistenza di un processo di cambiamento superficiale su Marte in corso in questi giorni", dice Motazedian. Secondo la scienziata è la prima volta che cambiamenti di questo tipo su Marte sono dovuti all'azione dell'acqua.
Secondo gli scienziati della Nasa Marte ha un cuore d'acqua, tanta acqua. Un vero e proprio mare ghiacciato sotto la superficie del pianeta rosso. Una quantità di ghiaccio superiore a quanto nessuno avesse mai immaginato. La prova dell'esistenza di acqua su Marte è stata ricavata dalla sonda Odyssey con il rilevamento di prove chimiche: la sonda, lanciata da Cape Canaveral nell'aprile del 2001 e raggiunse l'orbita marziana nell'ottobre dello stesso anno. Ha riscontrato l'acqua nascosta sotto la superficie riconoscendola dal suo alto contenuto di idrogeno.