Rapimenti alieni e paralisi da sonno

Le persone che raccontano di essere stati rapiti dagli alieni non mentono, non sono mitomani e non sono pazzi, ma semplicemente vittime del fenomeno psicologico della "paralisi da sonno", che colpirebbe almeno una volta nella vita una persona ogni tre, producendo un risveglio improvviso con interruzione brusca della fase REM del sonno, innescando delle allucinazioni ipnopompiche, talmente nitide da essere vissute come esperienze reali.

Il fenomeno, che produceva in passato visioni notturne di demoni, fantasmi, streghe, genererebbe oggi le esperienze di "abduction", cosi' intense da lasciare nelle loro vittime veri e propri attacchi d'ansia e di panico, con gli stessi sintomi psicofisici dei disordini post-traumatici che colpiscono veterani del Vietnam o sopravvissuti ad attentati ed altre esperienze spaventose. La tesi non e' nuova: se ne parla in letteratura ufologica e psicologica perlomeno dal 1978, ma a sostenerla e' stavolta Richard McNally, docente di psicologia all'Universita' di Harvard, che ha presentato una sua ricerca su alcuni "rapiti dagli UFO" al convegno annuale dellŽAssociazione americana per il progresso della scienza, a Denver.

[BBC News, 17 febbraio; Harvard Crimson, 20 febbraio; UFO Updates, dal 17 al 20 febbraio; La Stampa, 20 febbraio; Ufo-Italia, 20 febbraio; collaborazione di Gildo Persone']



Tratto da: UFOTEL n. 386 - 21/02/2003
(c) 2003 Centro Italiano Studi Ufologici

UFOTEL - 011-54.52.94
Attualita' ufologica al telefono - Notiziario settimanale a cura del C.I.S.U.
Per il testo integrale, puntate il vostro browser sull'URL:
http://www.cisu.org