ARRIVA TIA
Echelon non va più bene? No problem arriva TIA nuovo "spione elettronico" ....
E a capo di questo sistema pionistico made in USA indovinate chi hanno messo?
John Poindexter, ex consigliere per la Sicurezza Nazionale dell'amministrazione Reagan e oggi direttore del Darpa (Defense Advanced Research Projects Agency); Poindexter fu coinvolto nello scandalo Iran-Contra, insieme al colonnello Oliver North.....

Simone Cumbo

IL MESSAGGERO 8-02-03

NUOVO SUPERSISTEMA DI SPIONAGGIO

Le telefonate irachene intercettate dal "Tia"

di MASSIMO MARTINELLI

ROMA - C'è un unico occhio, al vertice di una piramide, che ha "visto" e registrato la grande quantità di informazioni contro il regime iracheno che Colin Powell ha presentato nei giorni scorsi al mondo per sostenere le ragioni della guerra. E' l'occhio che brilla nel logo del Tia, il Total Information Awareness, il "Sistema di consapevolezza totale delle informazioni" che gli Stati Uniti hanno messo a punto dopo il fallimento di ogni sistema di prevenzione (Echelon compreso) registrato in occasione dell'11 settembre.
Nessuno lo ha confermato ufficialmente, come avviene di norma in circostanze del genere, ma tutti gli addetti ai lavori hanno compreso che dietro la conferenza stampa in diretta mondiale di Powell c'era il primo utilizzo in grande scala del nuovo supersistema di spionaggio americano. Che oltre a poter registrare conversazioni radio-telefoniche (via cavo e non) su scala mondiale, è in grado di immagazzinare qualsiasi tipo di informazione relativa a qualsiasi essere umano e a metterla in connessione l'una con l'altra. Sembra fantascienza ma è così: miliardi di dati catturati in tutto il mondo possono essere elaborati e collegati tra loro da questa nuova rete informatica segreta. Un unico server è in grado di archiviare il timbro vocale delle persone e collegarlo alle foto disponibili, alle spese effettuate con qualsiasi sistema che lascia una traccia, agli spostamenti delle automobili riconducibili a quelle persone, alle e-mail inviate, ai siti internet visitati dal pc di casa, ai viaggi aerei, ai libri acquistati o presi in prestito in biblioteca, alle cure mediche, etc etc..
Non solo. Nello stesso gigantesco archivio sono inserite tutte le bobine girate dalle telecamere piazzate nelle banche, ai caselli autostradali, per le strade. E le webcam che sono attive in tutte le località turistiche, marine o sciistiche. A capo di questo gigantesco archivio del genere umano c'è un personaggio molto conosciuto negli States, l'ammiraglio John Poindexter, ex consigliere per la Sicurezza Nazionale dell'amministrazione Reagan e oggi direttore del Darpa (Defense Advanced Research Projects Agency). Poindexter fu coinvolto nello scandalo Iran-Contra, insieme al colonnello Oliver North, ma è stato evidentemente riabilitato almeno dal punto di vista politico. La sua nuova creatura, il Tia, preoccupa non poco molti esponenti politici che fanno dei diritti civili una religione, sia in Usa che nel resto del Mondo. Solo pochi mesi fa, in Italia, ben 120 parlamentari (tra gli altri Folena, Pecoraro Scanio, Intini, Carra, Giordano) hanno firmato una interrogazione parlamentare segnalando i pericoli di violazione della privacy degli italiani.