Unione europea: cybercriminalita', pene da uno a tre anni per attacchi informatici

a cura di Margherita Campaniolo

BRUXELLES - Da uno a tre anni di reclusione per chi minaccia "l'integrita' di un sistema informatico o dei dati da esso contenuti". E' la pena stabilita nell'ambito di una decisione quadro approvata dai ministri della Giustizia dell'Unione europea. In particolare i ministri dei Quindici propongono un giro di vite anche in caso di accesso "illecito ai sistemi di informazione". Le sanzioni penali potranno scattare nei confronti di coloro che "provochino intenzionalmente una perturbazione grave o una interruzione del funzionamento di un sistema informatico" e nei confronti di coloro che "cancellino, danneggino, deteriorino, modifichino o sopprimano in maniera intenzionale i dati informatici di un sistema".