4 maggio 2003 - Persa e ritrovata la Soyuz: atterrata 460 km fuori target
Fonte: http://www.space.com/

In quello che continua a essere un anno da incubo per i voli spaziali, dopo che la tragedia del Columbia ha proiettato molte ombre sull'efficienza della NASA, anche la Soyuz TMA-1 con a bordo i tre astronauti di ritorno dalla ISS ha vissuto una disavventura in fase di rientro a terra, per fortuna conclusasi senza gravi conseguenze.
L'equipaggio della missione TMA-1, una Soyuz ammodernata, è infatti riuscito a evitare per un pelo di "naufragare" a terra, dopo che i centri di controllo della missione russi e americani avevano perso le tracce della navicella durante l'ultima fase di rientro. Dopo la perdita dei contatti è cominciata un'angosciosa ricerca a terra, degna dei migliori film di fanta-astronautica.
La Soyuz, atterrata in una regione del Kazakhstan ma circa 460 km fuori dal target previsto, è stata avvistata due e ore e mezzo dopo, individuata dagli elicotteri di ricognizione, attirati dagli astronauti che, usciti dopo aver aperto da soli il portellone della capsula, si sbracciavano verso il cielo, per farsi soccorrere dopo 161 giorni passati nello spazio in assenza di gravità. Operazione riuscita soltanto 4 ore dopo aver toccato terra.
Sia la manovra di discesa, sia l'apertura dei paracadute sembra sia andata come previsto, però oltre i target programmati, cioè con un angolo di rientro diverso, che ha in questo caso frenato ulteriormente la discesa: ciò non ha comportato alcuna conseguenza drammatica per l'equipaggio, non si sa ancora se per pura fortuna o grazie ai notevoli miglioramenti tecnologici apportati ai vecchi modelli Soyuz.
Il secondo esemplare della Soyuz rimodernata, la TMA-2, è naturalmente ancora agganciato alla ISS, dove ha recentemente trasportato l'equipaggio della spedizione 7.
Le navicelle Soyuz, dopo il black out nei voli Shuttle seguito al disastro del Columbia, restano al momento gli unici sistemi di trasporto da e per la Stazione Spaziale Internazionale.

(F.Berengo, Coelum Astronomia)

Link:
http://www.space.com/missionlaunches/exp6_home_030504.html