Data pubblicazione:06-03-2003
Botto, esercitazioni militari?

RIMINI - "Certo che ho sentito il botto dell'altra sera, chi poteva non sentirlo. I muri dell'edificio in cui stavo hanno addirittura tremato, e guardi che si tratta di cemento armato, di una palazzina costruita bene". A parlare è il signor Massimo, un riminese che ha un negozio a circa 800 metri dall'aeroporto di Miramare. L'altro ieri sera, come tutti, il signor Massimo ha sentito distintamente il forte rumore che ha scosso finestre ed edifici. "Stavo giusto uscendo in quel momento per chiudere - racconta il negoziante - saranno state le otto meno dieci di sera. Ho guardato in cielo per vedere che cosa fosse successo. E' stato allora che ho sentito distintamente gli elicotteri militari che si alzavano in volo". Il signor Massimo è uno che di velivoli in decollo e in atterraggio all'aeroporto se ne intende. Sente quei rumori tutti i giorni e assicura: "Il rumore delle pale era cupo, come quando gli elicotteri sono vicini e si stanno alzando in volo. Sono rimasto lì circa cinque minuti e li ho sentiti andare via. Poi siccome non succedeva più nulla ho abbassato la saracinesca e me ne sono andato a casa". Perché gli elicotteri militari sono decollati proprio poco dopo quella che, da Torriana a San Mauro Pascoli, sulle prime era sembrata un'esplosione? Un'esercitazione in coincidenza del botto? Può essere. Fatto sta che a un giorno dallo strano fenomeno che ha allarmato tutta la popolazione riminese, ancora di quel botto si sa poco o nulla. Indicativo anche il fatto che molti abbiano sentito due rumori, un primo molto violento e un secondo più fievole. Un particolare che sembrerebbe far pensare a due cacciabombardieri che volano l'uno accanto all'altro. Che si tratti di esercitazioni militari che vengono effettuate sulle nostre teste? La cosa potrebbe essere verosimile visto che una decina di giorni fa alcuni residenti di Riccione hanno udito distintamente due caccia militari che, intorno all'una di notte, hanno effettuato una serie di passaggi proprio sulla costa. Indicativo anche il fatto che l'altra sera non fosse previsto alcun volo, né di tipo civile né tantomeno militare nei cieli riminesi. Qualcuno ha anche azzardato l'ipotesi che possa trattarsi di una detonazione in cava che sarebbe stata particolarmente amplificata dalla struttura orografica della zona, permettendo a un vasto numero di persone distribuite su un territorio ampio, di sentire il botto. Questa ipotesi, però, non sembra confermata e l'orario, le 20 di sera, non sembra proprio quello conforme per far brillare esplosivi nelle cave. Il mistero, per ora, resta tale.


Fonte:
http://www.omniway.sm ; Chucara2000


=====
Carmelo Scuderi
----------------------------------------------------
Redazione informiamo.com:
http://www.informiamo.com
Blog giornalistico:
http://informiamo.splinder.it
Contattaci:
redazione@informiamo.com
sms line: +393471128287
----------------------------------------------------