Allarme da Kabul, Al Qaeda riattiva i campi

 

ROMA - Se per l'Iraq siamo ancora alle ipotesi, si avvicina invece la partenza degli alpini alla volta dell'Afghanistan. Un primo gruppo di militari, dice il ministro della Difesa Martino, "partirà a metà gennaio". Si tratta del cosiddetto advanced party , composto da 10 persone al massimo e comandato dal colonnello che poi guiderà la missione. Vanno a rendersi conto dell'ambiente in cui dovrà operare il nostro contingente, chiamato a sostituire i Royal marines inglesi nell'ambito di Enduring freedom . Li aspetta un compito molto impegnativo.

Come dimostrano i continui attacchi armati contro le truppe alleate (l'ultimo di ieri, con il lancio di una bomba che ha ferito gravemente due militari americani), il territorio afghano rimane ad alto rischio. Lo stesso capo della coalizione militare, il generale americano Tommy Franks, aveva ammesso nei giorni scorsi in un'intervista al nostro giornale che "Al Qaeda è tuttora attiva in Afghanistan".

E proprio ieri è arrivata una clamorosa conferma. L'inglese Michael Chandler ha consegnato all'Onu una relazione contenente l'inquietante notizia che "Al Qaeda ha riaperto campi di addestramento nell'area orientale dell'Afghanistan e parecchi volontari vi stanno affluendo".

Le zone orientali sono proprio quelle in cui dovranno muoversi i nostri militari. A ogni modo, il ministro ha reso note le tappe dell'arrivo degli alpini. L'intero contingente, composto da un migliaio di uomini, si trasferirà nel corso del mese di febbraio. Per un paio di settimane gli alpini lavoreranno al fianco dei militari americani. E a marzo diventeranno effettivamente operativi, seguendo le indicazioni che riceveranno dal generale americano MacNeill.

Secondo il ministro Martino, gli alpini avranno "il compito prevalente di interdire eventuali rientri di terroristi dal Pakistan in Afghanistan. Le nostre forze, che potranno essere impiegate in qualunque parte del Paese, saranno dunque dislocate con priorità nell'area di interdizione al confine con il Pakistan".

La missione avrà un costo complessivo di cento milioni di euro.

Fonte: islamsunnita.