LA COMMISSIONE TRILATERALE

Di Alfredo Lissoni

Non solo Sinarchia. Cè la temibile Commissione Trilaterale. Contro di essa si è mosso, nel 1993, lo scrittore ed ufologo francese Jimmy Guieu, un pioniere delle investigazioni nel mondo dell'insolito. É Guieu che, in una serie Home video intitolata "Le porte del futuro" ha accusato la Trilaterale di cospirare occultamente con la Sinarchia ai danni dell'umanità. Assieme alla Trilaterale, o Trilateral, agirebbero secondo Guieu il Council on Foreign Relactions (CFR), del quale un Majestic faceva effettivamente parte (lo scienziato Lloyd Berkner), ed un clan di politici ed insegnanti universitari europei, la crema della società, soliti riunirsi per complottare presso l'albergo olandese di Bildeberg, a Oosterbeck e dal quale, sulla falsariga del JASONS, costoro avrebbero preso il nome. Bildeberg, Council e Trilateral, a detta di Guieu, non sarebbero altro che organizzazioni di facciata utilizzate dal Majestic 12 per gli intrallazzi più sporchi, come il già citato traffico della droga, che serve a finanziare illecitamente la Sinarchia. Scopo finale di tutto questo è, per Guieu, la costituzione di un governo mondiale equamente spartito fra le potenze industriali d'Europa, America e Asia (Giappone). "Cíè una piovra malevola che prende il nome dall'hotel Bildeberg, che ha steso la propria assemblea costitutiva nel 1954", ha tuonato Guieu, attaccando, nel contempo i JASONS: "Sono una società segretissima americana, composta da scienziati del Project Manhattan (quello della bomba atomica, N.d.A.) , un melting pot che doveva favorire l'emergere del Majestic 12. É noto che George Bush, prima di essere eletto presidente degli Stati Uniti, è stato fondatore della Trilaterale, che dirigeva la CIA e presiedeva la Zapata Petroleum Co. E David Rockefeller finanziò la campagna elettorale di Dwight Eisenhower e, con questi, elaborò le strutture segrete del Majestic 12. Della Trilaterale ha fatto parte, nell' '89, Hubert Curien, ministro francese della ricerca scientifica, che si è occupato di UFO (ed in quegli anni la questione in Francia venne misteriosamente affossata; N.d.A.)". Sempre dai documenti presentati da Guieu scopriamo che della Trilaterale fecero parte nell' '89 il famoso statista Jacques Delors e Zbigniew Brzezinski, punta di diamante del Governo Invisibile sotto Carter. Guieu mostrava poi un documento che dimostrava di un incontro della Trilaterale con il presidente Clinton all'hotel Bildeberg della Sinarchia; esso avveniva dopo che il presidente USA, reduce da sei attentati, aveva deciso di irreggimentarsi. Veniva dunque a porgere omaggio al governo ombra!

Infine Guieu presentava anche una testimonianza indipendente, quella di uno storico che non ha nulla a che fare con le tematiche qui esposte, il professor Pierre De Villemarest, che confermò dati alla mano l'esistenza di una Bildeberg Connection.

Quanto ci sia di vero dietro queste affermazioni è comunque difficile stabilirlo. Certamente la Trilaterale (o Trilateral Commission) è reale. É un'organizzazione internazionale fondata nel 1973 per iniziativa di David Rockefeller, presidente della Chase Manhattan Bank, e diretta fino al luglio 1976 da Zbigniew Brzezinski. Ispiratasi probabilmente al pensiero politico di Kissinger, Trilateral si batte per una più stretta collaborazione fra Paesi industrializzati, America, Europa Occidentale, Giappone, colpiti in varia misura dalle sfide dei Paesi socialisti e del Terzo Mondo e dalle crisi politiche interne ed esterne. Ne fanno parte 60 leaders politici e sindacali, studiosi (60 americani, 60 giapponesi, 85 europei) ed imprenditori. Oltre a Brzezinski, in seguito entrato nell'amministrazione Carter come consigliere per la politica estera, hanno fatto parte della Trilateral lo stesso Carter, W.F.Mondale, Cyrus Vance del Dipartimento di Stato americano, W.M.Blumenthal del Tesoro, Harold Brown del Pentagono.

Contro la Trilaterale, l'Europa aveva creato la Pentagonale, di cui faceva parte "un membro della CEE (l'Italia), un Paese neutrale appartenente alla zona Efta (l'Austria), due Paesi appena usciti dal dirigismo comunista (Ungheria e Cecoslovacchia), un ultimo Paese infine con forti spinte verso l'Europa dei Dodici, la Iugoslavia", è scritto sui libri. Ma la vittoria del comunismo in Italia e la sua caduta in Ungheria e Cecoslovacchia, il ritorno della destra di Haider in Austria e la dissoluzione orchestrata della Iugoslavia hanno distrutto di fatto questo organismo che si opponeva alla Sinarchia americana. Ed il sospetto che dietro questi improvvisi sconvolgimenti politici vi sia siano state delle occulte trame di potere diventa assai giustificato...